prillo

I Can’t Wake Up!, la sveglia che è anche uno strumento di tortura

Non riuscite ad alzarvi dal letto? Con quest’App sarete obbligati a risolvere quiz e indovinelli per far tacere l’allarme…

Share With:

Lo sapevate che anche Satana disegna App? Non abbiamo altre spiegazioni per giustificare l’esistenza di I Can’t Wake Up!, un’App (qui per Android, qui per iOS) che prende il concetto di “sveglia”, lo spoglia di tutti i suoi lati positivi e lo trasforma nell’equivalente per smartphone di un attacco di api assassine, o di una tortura medievale a vostra scelta. Perché tanto fastidio? Perché l’abbiamo provata giusto stamattina per svegliarci, e possiamo assicurarvi che, per quanto l’App sia incredibilmente efficace, non è per nulla piacevole: per disattivare I Can’t Wake Up!, infatti, bisogna risolvere un enigma.

L’idea è semplice: il tasto Snooze – o “Posponi” nella meravigliosa traduzione italiana su sistemi Android – è il più grande nemico della produttività (e della salute) che ci sia al mondo. Rimandare la sveglia di cinque minuti (o dieci, o quindici, a seconda delle vostre abitudini) è un modo per vanificare quasi all’istante tutti i benefici della notte di sonno appena trascorsa, in cambio di un guadagno risibile. Il modo migliore per svegliarsi la mattina è alzarsi dal letto non appena suona la sveglia, pronti ad affrontare la giornata – e non serve spiegarvi che non è sempre facilissimo comportarsi in questo modo. I Can’t Wake Up! vi obbliga a farlo: quando impostate una sveglia potete scegliere tra otto diversi “task”, piccoli puzzle da risolvere al momento del risveglio. Ci sono puzzle basati sulla memoria (immaginate dovervi ricordare 16 figure diverse con gli occhi ancora pieni di sonno), sulle abilità matematiche, c’è persino la possibilità di fare la scansione di un barcode e utilizzarlo come “chiave” per disattivare la sveglia – finché il codice a barre non viene ri-scansito, l’allarme continua a suonare.

E che allarme! I Can’t Wake Up! non smette mai di suonare finché non avete risolto il puzzle: mentre ci state lavorando il volume della sveglia rimane sopportabile, ma se vi fermate anche solo un istante («Chiudo gli occhi solo cinque minuti poi mi alzo») quello comincia a strillare come un’aquila, svegliando non solo voi ma anche il vicino del piano di sotto, e forse anche quello dall’altra parte della strada. Se lo chiedete a noi, la funzione più pericolosa di tutte è quella che prevede che, per spegnere la sveglia, si agiti il cellulare abbastanza a lungo: il rischio di lanciare il telefono dall’altra parte della stanza durante lo scuotimento è altissimo. Una cosa è certa: è impossibile tornare a dormire quando I Can’t Wake Up! è attiva, quindi tutto sommato l’App svolge egregiamente il suo compito. Peccato solo che la versione Android sia bruttina da vedere, come potete verificare nella gallery qui sotto: almeno gli utenti Apple hanno la fortuna di svegliarsi guardando un’App esteticamente gradevole…

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com