nvidia ces 2017

CES 2017: Nvidia protagonista tra AI, automobili e videogiochi

Tutte le novità di Nvidia presentate durante il keynote sul palco del CES 2017. Non solo gaming, ma anche sistemi di pilotaggio autonomo e una lenta conquista del salotto di casa.

Share With:

La conferenza di Nvidia al CES 2017 di Las Vegas non ha deluso, e ha rispettato tutti i trend che vi avevamo illustrato ieri raccontandovi della fiera statunitense, che apre oggi al pubblico. L’azienda californiana, dopo un ottimo 2016, culminato con una crescita in borsa del 230%, ha finalmente mostrato i frutti degli investimenti fatti in diversi settori della tecnologia, e il 2017 rappresenterà un anno chiave nel suo sviluppo. Se, dunque, conoscete il marchio verde soltanto per la scheda grafica del vostro PC, date uno sguardo al keynote presentato da Jen-Hsun Huang, CEO e fondatore di Nvidia, per scoprire un mondo tecnologico in cui ai videogiochi si affiancano intelligenze artificiali e smart car.

Al centro del progetto, in termini di hardware pensato per la quotidianità, c’è sempre SHIELD TV, la console Android da salotto al centro dell’ecosistema domestico secondo Nvidia. I miglioramenti hardware della nuova versione sono minimi, dato che il chipset Tegra X1 rappresenta ancora il top del mercato, grazie ai suoi otto processori a 64bit e ai 3 GB di RAM, più che sufficienti a gestire sia i flussi multimediali sia i giochi nativi che quelli in “streaming” dal PC di casa. C’è una novità riguardo il taglio della memoria interna, visto che è in arrivo una versione dotata di hard disk da 500 GB, ben più interessante dell’originale a 16 GB (al prezzo di 329,99 euro al posto dei 239,99 canonici). L’upgrade dell’hdd dovrebbe dare più agio per ospitare contenuti ad altissima risoluzione che la console è in grado di gestire senza problemi. Ultima miglioria riguarda il pad, più piccolo ed ergonomico, ma le vere novità riguardano il lato software, dato che SHIELD TV ha guadagnato il supporto a Google Assistant, attualmente in uso soltanto sui dispositivi Google Pixel. La presenza dell’AI del colosso di Mountain View permette di gestire tantissime attività direttamente con il controllo vocale, e la presenza di un microfono nel nuovo pad è da interpretare anche come una precisa volontà di supportare pienamente la tecnologia di Google. A migliorare ancor di più il rapporto con Google Assistant ci pensa anche Nvidia Spot (prezzo: 50 dollari), un microfono ambientale che si applica alle pareti della casa e in grado di interfacciarsi con Shield, ma con anche altri dispositivi di domotica di terze parti. Secondo i piani di Nvidia, dato che Shield TV è compatibile con SmartThings Hub Techonolgy, l’ecosistema formato da Spot e dalla console dovrebbe diventare il centro nevralgico di una casa di nuova concezione, estremamente smart e controllabile attraverso la voce.

Direttamente interconnesso all’universo Shield e alla natura gaming di Nvidia c’è il lancio, al momento solo negli States, della nuova versione di GeForce Now che prevede lo streaming dei gioco non solo all’interno della propria rete domestica, ma finalmente attraverso il cloud computing. In questo modo, a patto di avere una connessione sufficientemente potente e stabile, sarà possibile giocare a titoli di ultima generazione al massimo del dettaglio grafico anche senza l’hardware necessario a ottenere quelle prestazioni. Compatibile con PC e Mac, GeForce Now potrebbe essere un servizio davvero rivoluzionario nel mondo dei videogiochi, e sebbene il catalogo sia ancora da definire, il supporto per i client più diffusi come Steam, GOG e Uplay dovrebbe garantire un ottimo parco titoli. Il modello economico scelto da Nvidia ricorda, paradossalmente, quello delle sale giochi, e in sostanza si noleggerà mediamente una postazione virtuale per circa 25 dollari per 20 ore di utilizzo, ma le diverse configurazioni richiederanno un numero diverso di crediti. C’è da capire quanto e come il servizio potrà essere davvero funzionante con lo stato attuale delle connessioni, ma gli Stati Uniti saranno sicuramente un ottimo banco di prova. In ogni caso, durante la presentazione, Tomb Raider su Mac si è comportato benissimo. A completare il capitolo gaming di Nvidia c’è stato il nuovo trailer di Mass Effect: Andromeda, nuovo titolo di BioWare ed Electronic Arts in arrivo il 23 marzo.

Il futuro di Nvidia, però, va molto al di là dei videogiochi, benché è proprio dalla tecnologia gaming che sembra arrivare il sistema di AI per la guida autonoma sviluppato in collaborazione con Audi. Le due aziende, in realtà, collaborano da oltre dieci anni, ma per la prima volta saranno impegnate congiuntamente nello sviluppo di una vettura. Insieme alla casa produttrice di Inglostadt, infatti, Nvidia realizzerà entro il 2020 un’auto capace di viaggiare senza pilota. I dettagli della vettura non sono ancora disponibili, ma in fiera è possibile già vedere i primi risultati della collaborazione, grazie alla BB8 testata in New Jersey dall’azienda californiana, e all’Audi Q7 dotata di un’AI adattiva che in soli quattro giorni ha imparato a guidare autonomamente. È proprio il sistema di pilotaggio che è stato al centro del keynote di Huang, che ha presentato nel dettaglio la piattaforma Drive PX, che debutterà non solo come pilota virtuale, ma anche e soprattutto come assistente alla guida umana. Grazie a un complesso sistema di telecamere e sensori, infatti, la piattaforma basata su Xavier, un super computer pensato appositamente per le automobili, è in grado di avere il controllo assoluto di quello che succede a bordo: tutto parte dal riconoscimento facciale del pilota, grazie al quale l’assistente virtuale è in grado di elaborare tantissime informazioni diverse. Dallo stato d’animo, alla direzione dello sguardo, fino alla lettura del labiale DrivePX riconosce ed elabora tutte le informazioni che il guidatore è in grado di fornire al sistema e di dare assistenza in caso di necessità, o intervenire se intuisce che lo stato mentale del pilota non è adatto alla guida. Un co-pilota estremamente intelligente, dunque, e che nei prossimi tre anni dovrà imparare soltanto a guidare da solo prima di fare il suo debutto a bordo dell’auto firmata Nvidia.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com