marte

I coloni di Marte vivranno in case di mattoni e coltiveranno patate

La NASA ha scoperto che è possibile costruire le case dei futuri coloni con mattoni realizzati pressando il suolo marziano. L’agenzia spaziale USA ha anche presentato i primi prototipi di serre per il sostentamento degli abitanti del Pianeta Rosso

Share With:

Il presidente Donald Trump vuole spedire il primo uomo su Marte nel 2033 ma nel frattempo bisogna studiare soluzioni efficaci per permettere ai futuri coloni di sopravvivere in un’ambiente così ostile. Stando alle ultime ricerche portate avanti dalla NASA la vita sul Pianeta Rosso potrebbe non essere troppo diversa da quella immaginata nel film “The Martian”. Gli abitanti di Marte avranno bisogno di solide case e di un costante approvvigionamento di alimenti realizzato in loco e a quanto pare l’agenzia spaziale statunitense ha già trovato la risposta ad entrambe queste esigenze.

41598_2017_1157_fig1_html

Una simulazione condotta dall’Università della California di San Diego in collaborazione con la NASA ha dimostrato che è possibile fabbricare dei mattoni particolarmente resistenti semplicemente compattando il suolo marziano. Per questo processo non sono necessari né la cottura né ingredienti aggiuntivi. Lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports e ha richiesto un lungo sviluppo. All’inizio le tecniche di produzione dei mattoni pensate dai ricercatori richiedevano l’utilizzo di macchinari e materiali costosi e molto rari. Si parlava addirittura di fornaci ad energia nucleare. Gli ingegneri dell’ateneo californiano hanno quindi cercato di ridurre la necessità di additivi salvo poi rendersi conto che in realtà erano del tutto superflui. I ricercatori hanno sfruttato un materiale con una composizione chimica simile al suolo marziano e hanno visto che pressandolo con una forza paragonabile al colpo di un martello è possibile realizzare mattoni solidi come la roccia a temperatura ambiente. Questo prodotto risulterebbe inoltre più resistente dalle strutture composte in acciaio e calcestruzzo. Questo incredibile materiale è così efficace nel campo delle costruzione grazie alle nanoparticelle di ossido di ferro che non solo donano al suolo marziano il caratteristico colore rosso ma agiscono anche come agente legante naturale.

2009-lgh-2

Una volta risolto il problema delle abitazioni per i coloni bisognava trovare una soluzione anche per quanto riguarda l’approvvigionamento di cibo. La NASA in collaborazione con l’Università dell’Arizona ha presentato i primi prototipi di serre per la coltivazione su Marte di varie piante. Il programma VEGGIE ha dimostrato che è possibile far crescere le verdure a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) e in futuro si potrà fare la stessa cosa sul Pianeta Rosso. Le strutture della NASA garantiscono agli alimenti la giusta quantità di ossigeno, luce e acqua evitando al massimo gli sprechi. I ricercatori hanno studiato accuratamente quali colture siano le più adatte all’ambiente marziano e dopo varie simulazioni hanno scoperto che le patate sono il candidato ideale. Curiosamente anche il protagonista di “The Martian” è sopravvissuto per mesi sul Pianeta Rosso proprio coltivando questi tuberi.

Quello che stiamo vivendo oggi è un momento particolarmente importante per l’esplorazione spaziale. Pochi giorni fa l’agenzia spaziale cinese (CNSA) ha annunciato di essere alla ricerca di alcuni partner internazionali per realizzare delle basi lunari stabili e tra questi ci sarebbe anche la sua omologa europea (Esa). Quest’ultima insieme alla NASA sta anche valutando l’idea di costruire un vero e proprio spazioporto tra la Terra e il nostro satellite da cui partiranno le navicelle dirette verso Marte. Non bisogna poi dimenticare le aspirazioni di agenzie spaziali private come SpaceX e Blue Origin e Virgin Galactic. Per fare sul punto sull’esplorazione spaziale abbiamo raccolto in questo articolo tutte le informazioni sui vari progetti sparsi per il mondo.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com