facebook

Facebook tende la mano ai soccorsi in caso di emergenza

Facebook ha realizzato 3 nuove mappe che consentiranno ai soccorsi di avere tutte le informazioni per coordinare al meglio gli aiuti durante i disastri naturali

Share With:

Purtroppo viviamo in un periodo storico dove i disastri naturali, attacchi terroristici o comunque eventi tragici sono la normalità. Facebook è consapevole che essendo una piattaforma globale che raccoglie quasi un terzo della popolazione del Pianeta non può fare a meno di assumere un ruolo di primaria importanza quando avvengono situazioni di pericolo. Molto spesso in questi casi le comunicazioni si interrompono o risultano comunque difficoltose. Il social network diviene quindi un sistema utilissimo per la raccolta di informazioni. Lo dimostra ad esempio la funzione Safety Check, ampiamente utilizzata durante gli attentati terroristici in varie parti d’Europa.

Facebook vuole fare di più per supportare i soccorsi e salvare così più vite umane possibili. L’azienda di Menlo Park ha quindi annunciato la creazione di tre nuove mappe utili a gestire e coordinare al meglio gli aiuti in situazioni di emergenza come uragani, tsunami e altri eventi naturali incontrollabili e distruttivi. La prima mappa sfrutta la localizzazione per permettere ai soccorritori di sapere dove si trovavano le persone prima, durante e dopo il disastro naturale. In questo modo sarà anche possibile identificare le zone dove si sono registrati i maggiori danni. La seconda mappa sfrutta invece le immagini satellitari per tracciare gli spostamenti in un dato periodo. Grazie a questo strumento le organizzazioni di aiuto potranno meglio coordinare i loro sforzi ed evitare pericolosi assembramenti di sfollati. La terza e ultima mappa è basata sul Safety Check ed è pensata per permettere alle persone di condividere con gli altri i luoghi sicuri.

disaster-maps

Il nuovo strumento garantisce l’anonimato per quanto riguarda i dati raccolti sulle persone coinvolte nel disastro ma non è a disposizione di qualunque organizzazione. Facebook, che in questo momento è ai ferri corti con il Governo tedesco su temi come le fake news e i contenuti d’odio online, ha confermato che ad oggi solo Unicef, Croce Rossa e il Programma Alimentare Mondiale (WPF) potranno accedere alla piattaforma. Il social network ha comunque assicurato che condividerà i dati anche con altre organizzazioni ma solo se avranno la sua piena fiducia.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com