zera_01

Grazie a Zera non dovrete mai più buttare il sacchetto dell’umido

Zera di WLabs, sussidiaria di Whirpool, è un compostatore domestico in grado di smaltire tutti i rifiuti organici e trasformarli in ottimo concime.

Share With:

Il CES 2017 non è stato solo robot e veicoli a guida autonoma, ma ha proposto diverse soluzioni interessanti e sostenibili per la vita di tutti i giorni. Una delle aziende più attive è stata Whirpool, sia dal punto di vista degli elettrodomestici smart in grado di interfacciarsi con l’IA di Amazon, Alexa, sia da quello che riguarda il supporto di diverse startup in grado di portare idee innovative nel campo dell’economia domestica.

WLabs, il ramo dell’azienda che gestisce e sviluppa questa tipologia di prodotti, ha presentato durante la fiera di Las Vegas Zera, un interessante prototipo di compostatore domestico in grado di trasformare rifiuti umidi in un compost (fertilizzante organico) inodore nel giro di 24 ore e mediante l’uso esclusivo di additivi naturali. L’idea è estremamente interessante, anche perché attualmente per ottenere lo stesso processo è necessario avere spazi esterni privati, una composteria adatta, e soprattutto molta pazienza nel bilanciare i rifiuti per evitare odori molesti. Difficile, dunque, se non impossibile, attuare il processo all’interno di un appartamento, e anche avendo un balcone o terrazzo a disposizione il rischio di inquinare con cattivi odori l’aria del condominio è abbastanza alto. Zera, invece, fa prima, permette di smaltire 3,5 kg di rifiuti per settimana (secondo Whirpool è l’equivalente medio dei prodotti di scarto di una famiglia) senza sforzo, e riesce a produrre un ottimo concime, peraltro inodore, grazie alla presenza di filtri Hepa.

Esteticamente molto bello e compatto, Zera è facile da collocare in una cucina ed è sostanzialmente una pattumiera di lusso in termini di look: le finiture di legno di bamboo sono eleganti e ricordano immediatamente il carattere green del compostatore. Sobrio nelle linee e anche nei modi, una volta avviato il ciclo, attraverso il tasto start, o attraverso l’App, dopo i primi due minuti di avviamento in cui fa qualche rumorino, diventa estremamente silenzioso, e continua a lavorare senza dare fastidio in nessun modo. Il motivo è che la maggior parte del processo è gestito da flussi d’aria gestiti nella maniera corretta, ma volendo si può aggiungere la fibra dei gusci delle noci di cocco per migliorare il compost ottenuto.

zera_02

Il compostatore arriverà nei negozi a maggio e costerà 1199 dollari, ma al momento è possibile ordinarlo a un prezzo più basso ordinandolo tramite la sua campagna Indiegogo, il cui target è stato già ampiamente raggiunto e doppiato. Certo, 899 dollari non è affatto poco, ma si tratta di un investimento da ammortizzare sulla lunga distanza, e che soprattutto per chi cura piante o possiede un piccolo orticello domestico può essere estremamente conveniente.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com