Con Huawei anche la ricarica diventa “smart” (e incredibilmente veloce)

La SuperCharghe technology sviluppata da Huawei su Mate 9 e P10 consente di ricaricare gli smartphone in piena sicurezza nella metà del tempo.

Share With:

Lo smartphone è sempre più al centro della vita quotidiana di tutti, sia lavorativa che personale, e spesso e volentieri permette un grandissimo risparmio di tempo. Per questo motivo, nella scelta di un nuovo dispositivo, uno dei fattori nevralgici, al netto di schermi fantastici e fotocamere in grado di sembrare quasi delle reflex, dovrebbe essere sempre la durata della batteria. Per quanto sempre siano più capienti in termini di mAh e i produttori di smartphone tentino in tutti i modi di ottimizzare lo sfruttamento di una carica completa per farla durare almeno un giorno di lavoro intenso, è chiaro che fra App all’ultima moda, connessione internet e un uso smodato del dispositivo le batterie sono messe sempre a dura prova, tanto che il mercato dei power bank (i caricatori portatili supplementari) è davvero florido. Da questo punto di vista, probabilmente, il mercato dei dispositivi mobile soffre anche un po’ di pigrizia dal punto di vista tecnologico, nella misura in cui spesso la ricerca spesso si focalizza su novità più appariscenti, considerati selling point di maggior interesse. Per questo motivo è molto interessante la nuova tecnologia sviluppata da Huawei, chiamata SuperCharge technology, che prova ad aggirare il problema in maniera intelligente: in smartphone sempre più sottili e dotati di schermi molto grandi, è impossibile aumentare la capacità delle batterie, però la tecnologia permette di farle ricaricare molto più velocemente.

supercharger

I primi smartphone a essere dotati di SuperCharge sono il Mate 9 e il P10 (anche in variante Plus), che riescono a recuperare la carica necessaria per un uso quotidiano completo in soli trenta minuti, e dunque ideale anche per una rapida ricarica in pausa pranzo. Rispetto alle tradizionali formule di ricarica rapida, quelle per intenderci, che di solito sono indicate con il fulmine sui power bank o le prese a muro, però, SuperCharge non fa affidamento sull’aumento del voltaggio, per un motivo molto semplice: aumentare l’intensità della corrente elettrica fa sì ricaricare più velocemente lo smartphone, ma costringe il telefono a convertire l’energia ricevuta per allinearla al voltaggio della batteria, in maniera tale da evitare danni, e per farlo, ovviamente il dispositivo tende a surriscaldarsi, e c’è sempre il rischio di una dispersione elettrica. Per questo motivo, normalmente, durante le tradizionali fast charge sarebbe meglio, a scopo precauzionale, non tenere tra le mani lo smartphone e aspettare che si ricarichi. Con SuperCharge di Huawei la conversione non avviene, perché sia i caricatori di Mate 9 e P10 che i due dispositivi sono equipaggiati con la tecnologia proprietaria Smart Charging Protocol (SCP) che in pratica permette alla corrente di essere trasmessa alla massima velocità possibile senza incrementi di voltaggio. In pratica, nel giro di 30 minuti, rispetto a una ricarica rapida tradizionale, che fornisce poco più di 1000 mAh, il super caricatore di Huawei permette alla batteria di recuperare più di 2000 mAh senza surriscaldamento, e in piena sicurezza. Il segreto, dunque, sta nella “comunicazione” tra caricatore e smartphone, che sostanzialmente si riconoscono, permettendo la trasmissione di corrente ideale in base al modello di cellulare. Sì, perché l’altro aspetto interessante è che tutti i caricatori che supportano la tecnologia SCP sono “smart” tanto quanto i dispositivi che ricaricano, e riconoscono il modello di smartphone collegato, gestendo al meglio la ricarica, senza nessun rischio di dispersione di corrente o problemi di incompatibilità.

huawei_p10

Per questo motivo, l’universo di SuperCharge è in rapida espansione, e Huawei ha deciso di estendere l’uso del protocollo SCP anche ai power bank, con un modello da 10000 mAh (più di tre ricariche complete) sottile ed elegante, e un caricatore da automobile che si adatta all’accendi sigari. Se a questo aggiungiamo che il P10 è anche un dispositivo fantastico per caratteristiche, grazie alla doppia fotocamera con ottiche Leica, il riconoscimento facciale 3D e a un comparto tecnico di fascia alta, se cercate un nuovo smartphone di fascia alta, con il top gamma di Huawei potete anche essere sicuri sotto il profilo della batteria e della sua ricarica.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com