f12017

La F1 torna in pista: tutte le novità tech e social del mondiale 2017

Mondiale F1 2017 al via con il GP di Australia: le novità tecnologiche, come seguire i GP e tutto quello che c’è da sapere sulle nuove vetture al via.

Share With:

A partire da domani mattina ritorneranno in pista le vetture di F1 per quello che si prospetta un mondiale estremamente emozionante e, si spera, molto più competitivo. Al di là dei valori sportivi, con Ferrari e Red Bull apparentemente più vicine a Mercedes e determinate a minare lo strapotere del costruttore tedesco, la Formula 1 del 2017 sarà profondamente diversa, grazie a una rivoluzione aerodinamica che porterà a vetture più aggressive e con più trazione, capaci di abbassare i tempi sul giro anche di quattro o cinque secondi. Al centro del progetto, in ogni caso, restano i motori turbo ibridi fortemente voluti da Jean Todt, al suo ultimo anno di presidenza della FIA, e fiero sostenitore della responsabilità della classe regina del motorsport per uno sviluppo sostenibile. Se la dirigenza federale, dunque, appare compatta relativamente alla gestione dei tanto discussi motori ibridi (molti tifosi vorrebbero un ritorno ai V10 aspirati, meno costosi, più potenti, ma anche decisamente meno ecologici), tutta da scoprire sarà la governance Liberty Media dopo il takeover nei confronti di Ecclestone.

COME CAMBIANO LE VETTURE?

Il cambiamento delle monoposto è visibile a occhio nudo, anche dalla TV: le F1 2017 sono sensibilmente più grandi, hanno alettoni più pronunciati e pneumatici più larghi per avere più carico areodinamico, generare più trazione e, di conseguenza, mantenere velocità più elevate. Nel dettaglio, tornano gli alettoni anteriori a freccia (ovvero dal profilo a v e non dritto), che raggiungono una larghezza di circa 1800mm, mentre le ali posteriori si abbassano e si allargano (950 mm) creando un profilo estetico nettamente più schiacciato a terra e meno ingombrante. Per incanalare meglio l’aria torneranno anche le “pinne di squalo” centrali sul cofano, in gergo T-Wing, che vanno a bilanciare l’abbassamento del profilo e dare ulteriore stabilità alla vettura. A completare il quadro delle F1 con più trazione di sempre ci saranno gli pneumatici, adesso larghi 405 mm (prima erano 325 mm) e capaci di garantire un’aderenza senza precedenti. Per aumentare il grip Pirelli ha creato una mescola tutta nuova, molto più resistente, e se i calcoli del fornitore milanese sono giusti, aumenteranno le gare con una sola sosta. In soldoni, l’aumento dell’impronta a terra delle vetture cosa vuol dire? Significa che i piloti possono frenare più tardi, aprire il gas prima e, di conseguenza, spingere molto di più. Vedremo più sorpassi? Nì, perché maggiore carico aerodinamico si traduce sicuramente in macchine più scattanti, ma moltiplica anche le turbolenze date dall’effetto scia, per cui sarà decisamente interessante capire come si comporteranno in bagarre le nuove monoposto. Quel che è certa, invece, è la possibilità di vedere più errori umani: l’aumento della deportanza vuol dire anche più forza gravitazionale sul corpo dei piloti, e dunque, le gare più lunghe potranno essere davvero massacranti.

COME CAMBIA IL REGOLAMENTO?

Novità anche dal punto di vista regolamentare. Intanto sono stati aboliti i gettoni di sviluppo, per cui sarà fondamentale continuare la ricerca durante tutta la stagione, e dunque prepariamoci a vedere alettoni che cambiano, deflettori che si modificano e, in generale, un gap tra i top team che varierà e che, con buona probabilità, resterà sempre molto ridotto. Anche in pista ci sarà qualche cambiamento: in caso di gara bagnata e di partenza in regime di Safety Car, al rientro della macchina dei commissari non ci sarà una partenza lanciata ma le vetture si riallineeranno sulla griglia di partenza per poi scattare normalmente al semaforo verde. A proposito di partenza, è stato modificato pure la procedura di avvio delle monoposto, con una leva unica per la frizione per azionare la prima e, dunque, far partire la monoposto. Prepariamoci, dunque, a momenti di altissima tensione al via.

ferrari-f1-2017

LA F1 DIVENTA PIÙ SOCIAL

La F1 della nuova era Liberty Media sarà decisamente più sociale. A deciderlo è proprio il colosso americano, che ha invitato in via ufficiale i team e i piloti a condividere la vita del paddock sui profili ufficiali, in una strategia rinnovata che vuole rendere il circus molto più interattivo. Occhio dunque ai diversi canali dei dieci team al via, ma anche e soprattutto al sito ufficiale e all’App (iOS / Android / Windows Store, Gratis) che diventano i collettori preferenziali per conoscere tutto quello che c’è da sapere durante i weekend di gara. Per questo motivo scendono le quotazioni delle App non ufficiali, per quanto Formula Live 24 (iOS / Android, Gratis ma con acquisti in-app) resti sempre un’ottima alternativa. Per chi, invece, sul proprio smartphone non vuole limitarsi a seguire il circus, ma vuole esserne un protagonista, c’è da aspettare ancora qualche mese per l’arrivo del videogioco ufficiale. F1 2016 (iOS / Android, 3,99 euro), però, è pur sempre un signor gioco, e rappresenta ancora un ottimo palliativo. Il gioco, in versione migliorata, è disponibile anche per PC, PS4 e Xbox One. Chi alla guida, invece, preferisce sedersi al muretto, e ha un PC, può godersi l’ottimo Motorsport Manager, che tra l’altro fino a lunedì 27 marzo è gratis su Steam e può essere giocato liberamente. Esiste anche la versione mobile (iOS / Android), ma non viene aggiornata da due anni, ha molte meno funzioni e, soprattutto, non ha l’editor, fondamentale se alle scuderie fittizie volete invece sostituire i nomi reali.

A caccia del titolo

Saranno 20 i piloti al via a contendersi un titolo iridato il cui padrone, Nico Rosberg, ha deciso di non difendere, visto e considerato il suo ritiro pochi giorni dopo aver conquistato un mondiale incredibile. Ecco, dunque, una gallery con tutte le auto e i piloti. (Basta cliccare sulla Mercedes!)

F1 IN TV

Anche quest’anno Sky sarà l’unica emittente a trasmettere tutti i gran premi, con ben 11 gare su 20 in esclusiva sul 207 del pacchetto satellitare.La RAI, dunque, manderà in onda in diretta solo 9 GP, mentre dovrà accontentarsi della differita negli altri casi. La prima gara dell’anno sarà in esclusiva Sky, ed ecco la guida completa con orari e calendario.

Gli orari di riferimento per il GP d’Australia

Venerdì 24 marzo: libere

Prove libere 1: 02.00-03:30 – diretta su Sky SportF1 HD
Prove libere 2: 06.00-07:30 – diretta su Sky SportF1 HD

Sabato 25 marzo: libere e pole

Prove libere 3: 04:00-05:00 – diretta su Sky SportF1 HD
Qualifiche: 07:00-08:00 – diretta su Sky SportF1 HD

Domenica 26 marzo: il GP

Gran Premio: ore 07:00 – diretta su Sky SportF1 HD

26 marzo

GP Australia

Esclusiva SKY

Differita RAI

9 aprile

GP Cina

Esclusiva SKY

Differita RAI

16 aprile

GP Bahrain

Diretta SKY

Diretta RAI

30 aprile

GP Russia

Esclusiva SKY

Differita RAI

14 maggio

GP Spagna

Esclusiva SKY

Differita RAI

28 maggio

GP Monaco

Diretta SKY

Diretta RAI

11 giugno

GP Canada

Esclusiva SKY

Differita RAI

25 giugno

GP Azerbaijan

Esclusiva SKY

Differita RAI

9 luglio

GP Austria

Diretta SKY

Diretta RAI

16 luglio

GP Gran Bretagna

Esclusiva SKY

Differita RAI

30 luglio

GP Ungheria

Diretta SKY

Diretta RAI

27 agosto

GP Belgio

Esclusiva SKY

Differita RAI

3 settembre

GP Italia

Diretta SKY

Diretta RAI

17 settembre

GP Singapore

Diretta SKY

Diretta RAI

1 ottobre

GP Malesia

Esclusiva SKY

Differita RAI

8 ottobre

GP Giappone

Esclusiva SKY

Differita RAI

22 ottobre

GP Stati Uniti

Diretta SKY

Diretta RAI

29 ottobre

GP Messico

Diretta SKY

Diretta RAI

12 novembre

GP Brasile

Esclusiva SKY

Differita RAI

26 novembre

GP Abu Dhabi

Diretta SKY

Diretta RAI

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com