andy rubin essential

Ecco la prima immagine dell’anti iPhone di Andy Rubin

Il creatore di Android, Andy Rubin, ha svelato (molto poco) il design del suo smartphone in grado di competere con i top di gamma dei colossi del settore

Share With:

Tre anni fa quello che è considerato da tutti il padre di Android, Andy Rubin, ha lasciato Google per dedicarsi ai suoi progetti personali. Tra i tanti interessi del creatore del sistema operativo di Mountain View c’è la robotica ma anche i dispositivi mobili. La sua startup Essential Products Inc. sta sviluppando vari prodotti connessi e tra questi ci sarebbe uno smartphone in grado di rivaleggiare con iPhone e Pixel sia in termini di specifiche tecniche sia di prezzo. Al progetto starebbe lavorando un team di 40 persone composto da fuoriusciti da Google e Apple.

Oggi per la prima volta Andy Rubin ha voluto mostrare il design del suo smartphone top di gamma anche se non si è di certo sbilanciato. Su Twitter ha pubblicato uno scatto che ritrae l’angolo superiore della parte frontale del dispositivo dove compaiono l’ora e l’indicatore della batteria.

Sono veramente eccitato da come (lo smartphone n.d.r) si preannuncia. Non vedo l’ora arrivi nella mani di più persone“, è il commento che accompagna la foto leak.

Al momento si sa ancora pochissimo del dispositivo sviluppato da Essential Products. Si vocifera che avrà le stesse dimensioni di iPhone 7 Plus e che offrirà uno schermo bezeless con bordi ridotti al minimo e scocca in ceramica. Le prime due caratteristiche sembrano confermate proprio dalla foto condivisa da Rubin. L’azienda starebbe anche lavorando ad una tecnologia simile al 3D Touch di Apple che permetterà di accedere a funzioni diverse a seconda del livello di pressione sul display. Alcuni addirittura ipotizzano che lo smartphone sarà modulare ed integrerà un sistema di ricarica wireless. Per quanto riguarda la parte software, Bloomberg afferma che il sistema operativo potrebbe essere una versione personalizzata di Android. Il vero punto di forza dovrebbe però essere un’innovativa intelligenza artificiale sviluppata da Playground Global, incubatore di proprietà di Rubin che si occupa di AI e computer quantici.

Pare che il papà di Android abbia già incontrato diverse aziende interessate al progetto durante il CES 2017. In tutto avrebbe raccolto circa 300 milioni di dollari di investimenti da aziende come HP, Google, Hon Hai Precision Industry che fornisce componenti ad Apple e Foxconn. Quest’ultima si sarebbe proposta per produrlo. Il debutto dello smartphone dovrebbe avvenire entro la fine della primavera ma secondo gli ultimi rumors la perdita di un importante investimento da parte dell’operatore giapponese SoftBank (100 milioni di dollari) potrebbe farlo slittare di qualche mese.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com