scacchi sferici

La scacchiera è diventata un mappamondo

Uno studente di design ha creato una scacchiera sferica che ha reso il gioco ancora più complicato ed intrigante

Share With:

Gli scacchi sono uno dei giochi più antichi del mondo e anche tra i più complicati. I computer, nonostante le loro capacità di calcolo superiori, hanno impiegato anni prima di poter dire di essere in grado di sconfiggere un avversario umano. Per vivacizzare il gioco senza stravolgerne le regole (quelle che sono sacre!) si è tentata la strada di modificare la classica scacchiera rendendola tridimensionale ma mai nessuno aveva tentato un progetto come quello dello studente di design Ben Meyers e da suo padre. La coppia ha infatti realizzato una scacchiera 3D dalla forma sferica che ricorda molto quella di un mappamondo.

Meyers ha utilizzato 8 anelli di legno di forma ottagonale per costruire la sua base per gli scacchi e in ogni casella ha inserito un magnete per far sì che i vari pezzi vi rimanessero attaccati. Lo studente ha poi mostrato tutto il processo di costruzione, che ha richiesto circa 5 settimane una notevole abilità nell’intaglio del legno, sul sito Instructables.

fbtvnglj048bw26-medium

Meyer ha dichiarato a Make Magazine di essere rimasto molto sorpreso da quanto il gioco sia cambiato utilizzando una superficie sferica. “La torre è diventata molto più forte perché una scacchiera sfera manca di bordi verticali e l’ho scoperto mio malgrado quasi subito. La stessa cosa vale per l’alfiere che si è trasformato un pezzo davvero letale“, ha sottolineato lo studente. La superficie curva aggiunge inoltre un ulteriore livello di complessità per i giocatori in quanto non possono vedere tutti i pezzi contemporaneamente.

Aggiornamento: riceviamo e pubblichiamo una precisazione della FederScacchi
“A proposito della ‘scacchiera a mappamondo’, va detto che in realtà la scacchiera rotonda o cilindrica è nota sin dai tempi di Tamerlano (seconda metà del 1300). Esistono anche regole precise per il gioco su tale scacchiera, per esempio sul numero di caselle che un pezzo può percorrere/controllare. Il tutto rientra in quello che gli scacchisti chiamano ‘gioco eterodosso'”.

Tags
Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com