stephen hawking

Il monito di Stephen Hawking: “La tecnologia ci distruggerà”

Il celebre astrofisico ritiene che l’evoluzione tecnologica sia talmente rapida che in futuro potremmo non riuscire a controllarla. Hawking rimane comunque fiducioso sul destino dell’umanità

Share With:

L’innovazione ha avuto una brusca accelerata negli ultimi anni e chiunque può sperimentarlo nella propria quotidianità. L’intelligenza artificiale è una realtà presente su smartphone, PC e dispositivi domestici sotto forma di assistenti personali, le auto senza conducente macinano chilometri sulle autostrade di tutti il mondo e i robot sono talmente attuali da chiedersi quale impatto avranno sul mondo del lavoro nel breve termine. E’ evidente come la tecnologia abbia recentemente avuto uno sviluppo difficile da contenere e secondo l’astrofisico Stephen Hawking ciò potrebbe rivelarsi un problema per la sopravvivenza dell’umanità.

Con un suo intervento sul Times, Hawking ha lanciato l’allarme sui pericoli dell’intelligenza artificiale e delle altre tecnologie che potrebbero rendere le macchine superiori all’uomo. “Da quando ha avuto inizio la civiltà, l’aggressione è stata utile poiché ha permesso dei vantaggi per la sopravvivenza. – ha detto lo scienziato – Ora però, la tecnologia è avanzata a un ritmo tale che questa aggressione potrebbe distruggere tutti noi, con una guerra nucleare o biologica. Possiamo controllarla utilizzando la logica e la ragione“. Hawking quindi auspica la nascita di una qualche sorta di “governo mondiale“, una sorta di federazione di Star Trek che possa guidare l’evoluzione tecnologica verso i giusti binari. Già oggi sono nate diverse organizzazioni private come OpenAI di Elon Musk che lavorano proprio per definire i limiti che le macchine del futuro non potranno mai superare. Hawking sottolinea che questo ente super partes potrebbe anche trasformarsi in una tirannia ma l’astrofisico non si lascia comunque prendere dal pessimismo. “Tutto ciò può sembrare un po’ estremo, ma in realtà io sono un ottimista. Credo che la razza umana sia in grado di rispondere a queste sfide”, conclude lo scienziato.

Hawking era già intervenuto sulla questione nel 2015 in una lettera aperta in cui affermava che questo fosse il “momento più pericoloso per l’umanità“.”Ora abbiamo la tecnologia per distruggere il pianeta, ma non abbiamo ancora sviluppato la capacità di contenerla. – scriveva l’astrofisico – Forse tra centinaia di anni avremo stabilito delle colonie tra le stelle, ma al momento abbiamo un solo pianeta e dobbiamo proteggerlo”.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com