Da ottobre Sky costa di più: pagamenti ogni quattro settimane

Dal primo ottobre Sky costerà l’8,6% in più su base annua. A sancirlo non è un aumento del listino prezzi ma il cambiamento di fatturazione, che diventa ogni quattro settimane, come le compagnie telefoniche.

Share With:

Uno dei maggiori punti di forza di Sky, oltre alla ricchissima offerta televisiva, è sempre stato il listino prezzi praticamente bloccato dal 2012, al netto di piccolissimi adeguamenti di pochi centesimi. Fa scalpore, dunque, la scelta di cambiare modello di fatturazione, che a partire dal primo ottobre si sgancerà dal mese solare e vedrà il canone addebitato ogni quattro settimane, adeguandosi dunque alla soluzione già adottata dalle maggiori compagnie telefoniche. La notizia trova conferma proprio sul sito di Sky, nella sezione dedicata alle domande più frequenti; alla domanda “Perché Sky ha cambiato fatturazione”, l’incipit della risposta è il seguente:

“Al fine di continuare a garantire un servizio completo e sempre più innovativo, in un contesto competitivo e in forte evoluzione, Sky introdurrà un modello di offerta commerciale già utilizzato da altri operatori in diversi settori”.

Segue una descrizione della ricchezza contenutistica dell’offerta, che, di certo, è indiscutibile. Sky sembra dire, sostanzialmente, che il pacchetto di servizi e contenuti offerti, vale più di quanto non abbia fatto pagare sino a oggi.

Cosa cambia dunque? Sostanzialmente riducendo gli intervalli di fatturazione, il numero di “mensilità” aumenta di uno, a prescindere dalla formula di pagamento scelta e dal pacchetto selezionato. In pratica, il costo dell’abbonamento aumenta dell’8,6% su base annua, non pochissimo.

Gli unici clienti al riparo dalla nuova fatturazione sono quelli in una fase promozionale, che fino alla scadenza della promozione in essere avranno modalità di pagamento e tariffe bloccate, per poi adeguarsi al nuovo modello. Insomma, paradossalmente, proprio come accade con la telefonia, a farne immediatamente le spese sono i clienti di lunga data.

Ovviamente, introducendo un cambio contrattuale, la modifica del modello di fatturazione prevede un diritto di recesso senza penali, a patto di esercitarlo entro il 30 settembre. Sky si riserva, però, di effettuare iniziative promozionali, conservando la gratuità di Sky Go Plus fino al 31 dicembre 2018 per i clienti Cinema da almeno 3 anni mentre per tutti gli altri gratis fino a fine anno.

Tags
Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com