palmer luckey oculus facebook

Perché Palmer Luckey, co-fondatore di Oculus, ha lasciato Facebook?

Palmer Luckey, uomo immagine del visore VR Oculus Rift, ha lasciato Facebook. L’addio è stato causato dal declino della sua immagine pubblica?

Share With:

Palmer Luckey è da tutti considerato il volto di Oculus VR. L’eccentrico ingegnere ancora giovanissimo è riuscito nell’impresa di creare un dispositivo in grado di sdoganare la realtà virtuale al grande pubblico. Il successo di Oculus Rift è stato tale che Facebook nel 2014 ha acquisito la sua società per circa 2.3 miliardi di dollari. Il social network vuole fare di questa tecnologia una delle sue attività di punta ma in futuro non ci sarà più spazio per Luckey. A partire dal 1 aprile il co-fondatore di Oculus VR non è più un dipendente di Facebook. In molti sono convinti che l’addio di Luckey sia stata una decisione unilaterale da parte del colosso di Menlo Park, che non ha aiutato a svelare i motivi di questa scelta. “Non commentiamo su questioni personali interne“, ha detto un portavoce di Facebook. A Luckey è stato comunque tributato il merito di aver “aiutato a dare il via alla moderna rivoluzione della realtà virtuale e a fondare questa industria“.

L’addio di Palmer Luckey non è però arrivato come un fulmine a ciel sereno. Il CEO non ha partecipato all’Oculus Connect 3 e questa assenza aveva già instillato qualche dubbio sul proprio futuro a Menlo Park. Al suo posto sul palco era salito il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg. La scelta, secondo quanto ha affermato il social network, è stata motivata dal fatto di non voler distrarre l’attenzione dalle ultime novità legate alla realtà virtuale. Luckey qualche mese fa è infatti finito nel mirino della critica e la sua immagine pubblica ha avuto un deciso crollo.

Alla fine di settembre 2016 il sito Daily Beats ha pubblicato un articolo in cui lo si accusava di aver finanziato l’associazione Nimble America, famosa per la creazione di meme a sfondo politico. L’obiettivo di Luckey sarebbe stato quello di favorire la diffusione di immagini satiriche riguardanti Hillary Clinton proprio durante il periodo delle elezioni americane. Non solo, l’inventore su Reddit avrebbe direttamente insultato e deriso la candidata del Partito Democratico nascosto sotto lo pseudonimo di  “NimbleRichMan”.

immagine

Sono profondamente dispiaciuto che le mie azioni abbiano influenzato negativamente la percezione di Oculus e dei suoi partner. Le recenti notizie su di me non rappresentano accuratamente il mio punto di vista“, si è poi difeso Luckey dal proprio profilo Facebook.

La mazzata finale alla sua reputazione è arrivata con la denuncia di Zenimax Media, che ha contribuito alla sviluppo di Oculus Rift. L’azienda ha accusato la società di Luckey di aver utilizzato alcuni suoi brevetti in modo illecito. Inoltre il CTO di Oculus VR, John Carmack, avrebbe violato un accordo di non divulgazione relativo al visore per la realtà virtuale. Il manager è stato poi assolto dalle accuse (qui il suo commento su Facebook) ma ad Oculus VR è stata comunque imposta una multa di 500 milioni di dollari per aver usato senza autorizzazione le proprietà intellettuali di Zenimax Media.

Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com