facebook-tv

TV on demand: da giugno Facebook scende in campo contro Netflix e Amazon

A giugno arriverà la TV secondo Facebook: produzioni originali, show in formato social e un occhio alla realtà virtuale per il nuovo concorrente di Amazon e Netflix.

Share With:

Facebook potrebbe continuare il suo processo di monopolizzazione del tempo libero e, come già vi avevamo anticipato a febbraio, non è una novità che l’azienda di Menlo Park sia al lavoro su un servizio di video in streaming. Quello che è trapelato nelle scorse ore, però, è la tipologia di servizio che ha in mente la compagnia di Zuckerberg. Business Insider, infatti, ha rivelato quale sarebbero i progetti per la linea editoriale di quello che sarà un vero e proprio concorrente per Netflix e Amazon Prime Video.

La scelta di Facebook sarebbe quella di puntare su un palinsesto di produzioni originali molto assortito, di duplice natura. Da una parte quelle complesse, a budget elevato, su lunga durata, come serie TV (gli esempi delle fonti parlando di produzioni del calibro dei colossi di Netflix, come House of Cards) e programmi più tradizionali; dall’altro, invece, video di natura più veloce, dalla durata di circa dieci minuti, nati e pensati per il web, prodotti con budget decisamente inferiori, a rotazione più elevata, pensati per una programmazione giornaliera.

In termini di esperienza, Facebook vorrebbe integrare il nuovo flusso di contenuti all’interno del normale News Feed, con una tab dedicata ai video completamente ripensata per permettere una fruizione migliore dei programmi. L’avvento di Facebook TV dovrebbe essere imminente, visto che si parla di giugno prossimo, e costituirebbe anche una sorta di test per l’azienda dal punto di vista della produzione dei contenuti, ma è chiaro che il coinvolgimento di figure professionali esperte del settore come Ricky Van Veen di CollegeHumour, assunto a dicembre da Facebook, e il programma editoriale ben strutturato lascino pensare che l’assunto di Zuckerberg secondo cui la sua azienda non sia una media company stia cominciando a vacillare… un po’ come il fatto che non si stia dando alla politica insomma.

Il futuro di Facebook, dunque, è sempre più l’intrattenimento a tutto tondo, e dopo la realtà aumentata, ecco arrivare la tv: la battaglia, al di là della concorrenza con YouTube e i colossi come Netflix e Amazon, si combatterà dal punto di vista delle collaborazioni e, soprattutto, sulla pubblicità, che potrebbe essere l’arma in più di Facebook, vista la forza della piattaforma in termini globali. Dal punto di vista della creazione di contenuti in partnership, è stata già annunciato l’accordo con Condé Nast Entertainment, che pare porterà a uno show di appuntamenti (quasi) al buio in realtà virtuale. Riguardo agli investitori pubblicitari, sicuramente non mancheranno, ma sarà da capire come le inserzioni impatteranno sull’esperienza d’uso. Inutile dire che lo scopriremo insieme a giugno.

Tags
Non è stato inserito nessun commento.

Accedi


Nome utente
Crea un nuovo account!
Password
Hai dimenticato la password?

Registrati


Nome utente
Email
Password
Conferma la Password
Sesso
Indirizzo
Citta
Provincia
Professione
Telefono
Desidero ricevere la newsletter
Accetto le condizioni di utilizzo del servizio
Ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile italiano si accettano espressamente i seguenti articoli del Contratto: 1. (automatica accettazione della più recente versione del Contratto); 7. (diritti di privativa); 8. (manleva); 9. (modifiche e cancellazioni); 10 (limitazione di responsabilità); 12. (legge applicabile e foro competente)
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali come descritto nell'articolo 8
Autorizzo la cessione dei miei dati personali a terzi/partner
Hai già un account? Esegui la login

password dimenticata?


Nome utente o Email
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com